Al vostro fianco per fedelta' senza la Tessera per dignita' . Stampa
Comunicati Boys - 2010 / 2011
Giovedì 05 Agosto 2010 21:19

Riportiamo sotto il testo del volantino che abbiamo distribuito ieri sera allo stadio Tardini, in occasione della presentazione del Parma Calcio e dell'amichevole col Racing Santander.  

 

 

AL VOSTRO FIANCO PER FEDELTA' SENZA LA TESSERA PER DIGNITA'

 

Con l’avvicinarsi dell’inizio ufficiale della stagione 2010/2011, si avvicina il momento nel quale entrerà a regime in tutti i suoi aspetti la Tessera del Tifoso. Aspetti che nessuno ha ancora capito e che sicuramente cambieranno da piazza a piazza!
Fin’ora i risultati della Tessera sono stati solamente disagi per chi l’ha voluta fare, proteste e l’impossibilità di fare l’abbonamento per tutti i tifosi contrari. Ed i famosi vantaggi? Ovviamente sconti commerciali, cioè interessi economici. I primi sono stati presentati il 30 luglio, data fissata da Maroni per annunciare importanti novità sulla Tessera. Mentre noi temevamo un ulteriore giro di vite e restrizioni per i contrari, è stato annunciata un’intesa fra Viminale, Autogrill e Ferrovie dello Stato, tutti facenti parte dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive. In pratica, sconti, “Menù del Tifoso” (!) e agevolazioni da chi ha voluto la Tessera, chi decide i divieti e le restrizioni. Come si dice, conflitto d’interessi?
Maroni ha dichiarato che la Tessera “non serve per controllare” (beh, ma allora a cosa serve?), che è “uno strumento di fidelizzazione del tifo buono” (solo se mangi il “Menù del Tifoso”, però) e che “chi è contro la tessera o non l'ha capito o non vuole o ritiene lecita la violenza negli stadi”. In pratica, tifoso, ultras o cittadino, se sei contro la Tessera o sei violento o sei stupido. E dire che non solo le curve protestano, in molte città (purtroppo non Parma) anche i “coordinamenti” dei club hanno alzato la voce, e deciso di non tesserarsi: violentissimi vecchietti.
Maroni ha poi continuato lodando le Società di calcio per la loro "decisione di aderire convintamente alla Tessera, nonostante le pressioni di alcuni ultras”, quando in realtà molti presidenti si sono espressi contro e la Tessera gli è stata imposta con le minacce, e chiudendo in bellezza con: “i 400/500 ultras che hanno protestato verranno sostituiti nell'immaginario collettivo dai 4/5 milioni di tifosi che con la tessera andranno in stadi più sicuri”.
Dichiarazione singolare quest’ultima, visto il crollo degli abbonamenti in Serie A, di quasi tutte le Società, dove mancano all’appello ben un abbonato su cinque. La matematica è un’opinione. La colpa ovviamente sarà da attribuire agli Ultras ed agli stadi scomodi, non magari alla repressione e a questo calcio sempre più snaturato!
A proposito: siete pronti a giocare nei giorni più disparati, ad ogni ora?
Partite al venerdì, al sabato, anticipo la domenica alle 12:30, posticipi al lunedì: ecco come vogliono portare “4/5 milioni di tifosi” allo stadio, come ci vogliono fidelizzare.
Rendere stadi più sicuri svuotandoli è un gioco da ragazzi.
Noi a modo nostro cerchiamo di andare avanti, cercando di non perdere i valori nei quali crediamo, cercando sempre di rimanere noi stessi, sempre pronti a sostenere il Parma. Partendo già da questa sera, proseguendo nelle amichevoli estive, dove forse la Tessera non sarà ancora necessaria. E continuando finché e dove sarà possibile, come dal 1977 ad oggi.

 

striscione boys

 DA 33 ANNI : CON IL PARMA NEL BENE E NEL MALE