Udinese-PARMA (01-09-2019): Resoconto più foto del gruppo Stampa
Martedì 03 Settembre 2019 08:13

Udinese-PARMA (1-3) H. 20:45

Per la prima trasferta stagionale del Parma la meta è Udine. I sopravvissuti del sabato sera accolgono al mattino i ragazzi di Bordeaux, che oggi sono venuti a trovarci per venire ad Udine con noi.

 

 

Giusto il tempo di scambiare due chiacchiere, mangiare qualcosa e fare un aperitivo che si fanno le 12 dove ci aspetta un pranzo di gruppo. In un attimo si fanno le 2:30 e giungiamo al pullman pronti per un lungo viaggio. Tra birre, Campari, cori, compresi alcuni in francese dei ragazzi bordolesi, e vi lasciamo immaginare che francese il nostro, e qualche fermata, giungiamo ad Udine per le 7:30. Scendiamo dal pullman ed entriamo dentro il settore dove purtroppo un ragazzo non è potuto entrare allo stadio per colpa del decreto sicurezza bis, ennesima legge liberticida che va contro la nostra fede e il nostro essere ultras. Dentro il settore occupiamo la parte bassa e centrale del settore ospiti dove con cori, battimani, due aste e leoni sosteniamo il Parma anche se i numeri oggi non aiutano. Comunque era un'occasione per riempire il settore, la prima di campionato di sera e con un settore popolare a prezzi popolari: sveglia CURVA NORD! Difatti durante l'intervallo esponiamo lo striscione "SETTORE OSPITI A 10 € UN ESEMPIO PER TUTTI PREZZI POPOLARI PER STADI POPOLATI", dovuto al fatto che oggi il prezzo fissato è di dieci euro, a dimostrazione che, forse, le batteglie Ultras, battaglie per tutti, servono a qualcosa. Dall'altra parte la parte più calda degli Udinesi si fa sentire a momenti. Il Parma vince 3-1, vittoria che dà fiducia e fa spuntare felicità nel settore, dove a farla da padrona è il coro nuovo. Finita la partita ci aspetta una lunga nottata tra ragazzi che si riposano visto il lavoro che li aspetta e i superstiti invece tra fiumi di alcool e cori reggono fino all'arrivo al ducato dove c'è tempo per le ultime chiacchiere per poi salutarsi.

LA LA LA LA LA LA PARMA ALE'!

CONTRO OGNI ABUSO E REPRESSIONE!