Noi siamo pronti, e tu? Stampa
La nostra Voce - 2018 / 2019
Lunedì 10 Dicembre 2018 10:10

Oggi inizia la riffa. La riffa rappresenta una delle maggiori entrate economiche dei Boys, oltre al materiale e al tesseramento.

 

 

Queste entrate ci permettono di mantenere il Gruppo autonomo ed indipendente, condizione necessaria per poter decidere da soli il nostro futuro, senza dover scendere a compromessi con Tizio o Caio, ma autodeterminando le nostre scelte. Questo ci permette di poter girare a testa alta in città, dove tutti ci conoscono, senza doppi fini e senza interessi nell'essere Ultras, nell'essere Boys. Decidiamo solo per noi stessi, il martedì in sede, al momento della riunione, ed il giovedì mettiamo in moto i preparativi per il giorno della partita. Dietro allo striscione che portiamo in giro, ci sono quei ragazzi che vedete in Curva Nord sui palchetti e a cantare, a pogare coi più giovani sulla scala e a sventolare le bandiere sui lati, quei ragazzi che vedete quando salite sul pullman, quei giovani che vedete al baracchino del materiale. Ragazzi e ragazze che hanno fatto una scelta, oggi difficile e controcorrente, una scelta che a Parma dal 1977 si chiama Boys. Una scelta che nonostante tutto rivendichiamo con orgoglio. Una scelta che ci porta in giro per lo stivale, una scelta che ci porta a fare la riffa. La riffa è un modo per mantenere il Gruppo, un modo onesto. Un modo col quale chiunque si riconosce nella Curva Nord Matteo Bagnaresi può partecipare attivamente. Anche quest'anno aiutiamo Casa Azzurra di Corcagnano, un gruppo di volontari che aiuta chi ha bisogno.

Con soli 2 € puoi aiutare anche tu e dimostrare quanto Parma e i suoi tifosi spinti dalla solidarietà possono fare. Acquista un biglietto della riffa, partecipa alle nostre iniziative, segui il sito e la pagina facebook CrUsAdErS per sapere quando ci saranno i banchetti.