Roma-PARMA (02-02-2014): Resoconto più foto del Gruppo Stampa
Lunedì 03 Febbraio 2014 10:52

Roma-PARMA (Sospesa)

Domenica 2 febbraio il Parma affronta in trasferta la Roma e dopo esserci ritrovati in Sede di primo mattino partiamo alla volta della capitale. Il pullman e carico, i cori la fanno da padrone e l'entusiasmo e il divertimento non mancano di certo.

 

 

Finalmente siamo tutti nello stesso pullman, fianco a fianco ai nostri fratelli con i quali condividi tutto passando ore e ore insieme nella buona e nella cattiva sorte. Da segnalare un pranzo concordato con il centro di coordinamento in autogrill, nell’area di servizio Tevere Ovest, questo per rimarcare l’unità che si sta creando con il resto della tifoseria crociata da qualche anno a questa parte.  Purtroppo notiamo differenze abissali nell'organizzazione dell'evento, se infatti i ragazzi del CCPC si presentano con grandi quantità di pane e salame, noi da veri scappati di casa ci presentiamo con una cassa di birra, speriamo sia da sprono per le "rezdore" del gruppo affinchè anche noi un giorno potremmo tenere testa culinariamente agli amici dei Danè & C. Quando ci avviciniamo alla nostra meta vediamo fin da subito che la situazione non e ottimale, continua a piovere da ore e ore e i campi che si intravedono dall' autostrada sono tutti allagati. Dopo le solite perquisizioni di rito entriamo e dopo aver attaccato le nostre pezze ci accioppiamo iniziando a cantare e a colorare il cielo sopra le nostre teste con tante bandierine. In totale nel settore ospiti saremo un centinaio. Dopo pochi minuti dal fischio d'inizio l'arbitro sospende la partita, il campo e impraticabile e la palla non rimbalza neanche. La partita viene abbandonata e successivamente scopriremo che la data del recupero verrà fissata per il 2 o il 9 aprile. L'Olimpico si presenta bello pieno, e la pioggia battente che colpisce Roma da parecchi giorni non scoraggia di certo i giallorossi che affollano l'impianto della capitale in quasi 50 mila unita. Belle piene e abbastanza colorate sia la curva Sud che la Nord ed entrambe ci salutano a dovere appena entriamo nel nostro settore evidenziando una rivalità che dura da più di un decennio. Una cosa che vorremmo sottolineare e che francamente e molto scandaloso e il prezzo del biglietto per un settore, quello ospite, che dovrebbe essere popolare. 30 euro per una partita di calcio sono eccessivi soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale, sicuramente non e in questo modo che si riportano le famiglie allo stadio. Il viaggio di ritorno scorre tranquillo, le nuove canzoni vengono tenute su da tutto il pullman per tutto il viaggio. La trasferta per un ultras e come la ciliegina sulla torta, vecchie amicizie vengono consolidate mentre nuove si formano; e dove vedi il lavoro di un intera settimana che prende forma e si realizza. E per chi come noi vive il Parma, la Sede e il Gruppo 7 giorni su 7 è una vera goduria. E il nostro sballo e non possiamo farne a meno. Senza dimenticare i ragazzi diffidati che anche oggi sarebbero stati sicuramente al nostro fianco; cosi come chi si trova ancora dietro le sbarre dopo Parma-Bologna dello scorso anno e che da parecchi mesi si e privato della propria liberta per portare avanti quell'ideale ultras che a Parma dura dal lontano 1977. Ragazzi non mollate, il Gruppo e con voi. BOYS PARMA..VIVERE ULTRAS PER VIVERE