Tutti al Tardini per conquistare la serie A! Stampa
La nostra Voce - 2010 / 2011
Lunedì 28 Marzo 2011 19:59

Un bilancio è fatto di fattori positivi e negativi, di dare ed avere, di più e di meno e solamente alla fine si chiude, si vede se c’è un utile o una perdita, se è stato positivo o negativo.

Giusto dunque aspettare fine stagione per tirare le somme, giusto anche sottolineare, però, le cose che non vanno, anche criticando, e rendere merito alle cose chi riteniamo positive. Dopo la brutta sconfitta con il Napoli, eravamo tornati a sottolineare l’andamento non certo positivo della stagione, adesso, in vista della fondamentale sfida casalinga con il Bari, vogliamo parlare di due ottime iniziative del Parma Calcio che possono aiutare a creare un giusto e carico clima partita. La prima iniziativa targata Parma Calcio e Comune di Parma è stata quella di invitare 10.000 bambini delle scuole di Parma ad entrare gratuitamente al Tardini proprio in occasione di Parma-Bari. Ogni quattro bambini anche un adulto, accompagnatore, potrà usufruire di questa promozione. Non sappiamo in quanti decideranno di sfruttare questa cosa, sicuramente puntare sui bambini, sui giovani, per avere nuovi tifosi in un prossimo futuro è una cosa che non ci può che far piacere. Nel nostro piccolo, con i nostri mezzi, è quello che cerchiamo di fare anche noi ogni domenica: cercare di coinvolgere i più giovani nel tifo, per avere poi nuovi Boys che portino avanti una storia che dura dal 1977. Sull’altra iniziativa, invece, c’è anche il nostro zampino! Qualche settimana fa, infatti, consapevoli che nelle rimanenti partite ci saremmo giocati la salvezza e che sarebbero state importantissime quelle al Tardini, c’era venuta l’idea di un mini-abbonamento (senza Tessera del Tifoso), cosa già fatta da diverse Società di Serie A, come il Cagliari. Abbiamo messo la pulce nell’orecchio al Parma, spiegando la nostra idea e la sua finalità, cioè quella di avere un Tardini più pieno, di tifo e di tifosi. Il Parma ha gradito l’iniziativa, anche se per problemi con Lottomatica non è riuscito a metterla in atto. Ha invece pensato alla promozione “Al Tardini vale doppio”, che ha comunque le stesse finalità. In pratica per il mese di Aprile saranno previsti dei pacchetti di biglietti a prezzo scontato, per esempio si potranno acquistare i biglietti per Bari e Inter a soli 18 euro, e la stessa cosa dovrebbe essere riproposta per Palermo e Juve. Per noi che facciamo il singolo biglietto ridotto per gli “ex-abbonati”, in realtà cambia poco, se non avere una vera prelazione e non rischiare di rimanere senza con Inter e Juve. La promozione, invece, potrebbe convincere tifosi crociati che non si vogliono perdere queste due sfide, a venire anche nelle delicate gare con Bari e Palermo. Questa iniziativa durerà solo tre giorni e speriamo che tutti i tifosi senza abbonamento corrano alle biglietterie! Tornando al calcio giocato, la partita col Bari è forse la gara più importante della stagione. Inutile nascondersi, dopo l’importante vittoria di Genova con la Samp, fare tre punti in casa col Bari vorrebbe dire avvicinarsi di molto alla salvezza, comunque poter lottare per questo obiettivo con maggiore tranquillità, senza avere l’acqua alla gola. Guai a sottovalutare il Bari però, anche se ultimo in classifica e praticamente già retrocesso! Noi avremo infatti i giocatori contati, causa squalifiche, e temiamo un arbitraggio non certo a nostro favore. Non crediamo a complotti e non vogliamo assolutamente fornire scuse alla squadra per questa stagione, ma è oggettivo dire che quest’anno il Parma non è stato certo tutelato dai direttori di gara, basta vedere i rigori che ci han fischiato contro o le tante espulsioni. Non ci piace nemmeno chi “piange” nel mondo del calcio, pretendiamo solamente un trattamento equo. Comunque, mentre farsi sentire e valere è un compito della Società, l’unica cosa che possiamo fare noi è far sentire il “fiato sul collo” all’arbitro, sommergerlo di fischi alla prima decisione dubbia, giocare bene la carta della partita in casa nostra. Domenica contro il Bari, parlando di tifo, dovremo essere decisi e cattivi, spingere e dare la carica alla squadra. Sarà una giornata particolare, anche al di la dell’importanza della gara. Terminerà la nostra riffa e all’intervallo ci sarà l’estrazione dei numeri vincenti, ma soprattutto, a tre anni dalla sua morte, ricorderemo il Bagna, pochi giorni dopo quel maledetto giorno, il 30/03. Sugli spalti e in campo si dovrà lottare e vincere anche per lui!

BAGNA CON NOI!

Bisogna lottare... per poterci restare!

Parma - Torino 06/07