Calcioscommesse, undici giocatori deferiti da Procura federale dopo inchiesta Bari Stampa
Lunedì 10 Giugno 2013 16:56

 

Tra i deferiti anche Gillet "per aver posto in essere atti diretti ad alterare il risultato". Senza voler fare il lavoro dei giudici e scagionare gli ultras, ma alla luce di ciò è abbastanza evidente che gli ultras - al di là delle proprie colpe - siano stati usati dallo stesso Gillet e da altri suoi sodali come capro espiatorio.

 


Alla fine in campo ci andava lui (tra l'altro ex Treviso, e stranamente la gara incriminata era proprio Bari-Treviso) e nessuno più di lui aveva il potenziale per "alterare il risultato". Gli uomini non sono macchine o divinità, sono imperfetti, sbagliano, fanno cose buone ed altre meno buone: sbagliare si può, è umano, ma si deve avere le "palle" di accettare le conseguenze dei propri comportamenti, così come c'è chi, sulla propria pelle, paga caro ogni errore con diffide, arresti e processi pregiudiziali. Detto questo, siamo all'ennesima prova provata che i calciatori possono essere anche grandi in campo, ma spesso nella vita si dimostrano davvero degli uomini di merda.

Sono undici i giocatori deferiti per illecito e otto per omessa denuncia per Bari-Treviso, 18 i deferimenti per illecito e 2 per omessa denuncia su Salernitana-Bari, il Bari deferito per responsabilità oggettiva. E’ quanto è emerso dal filone di Bari sul calcioscommesse.

Tra i deferiti il portiere del Torino ed ex Bari, Jean Francois Gillet (nella foto), la procura federale, invece, ha archiviato la posizione di Andrea Ranocchia, difensore del Bari e della Nazionale. La Procura Federale, esaminati gli atti di indagine della Procura della Repubblica del capoluogo  pugliese, ha deferito alla Commissione Disciplinare Nazionale in totale 33 tesserati.

In merito alla gara Bari-Treviso dell’11 maggio 2008 sono stati deferiti 11 tesserati (Belmonte, Bonanni, Esposito, Ganci, Gillet, Lanzafame, Rajcic, Santoruvo, Spadavecchia, Strambelli e Pianu) “per avere posto in essere atti diretti ad alterare lo svolgimento ed il risultato” e altri 8 (Cavalli, Donda, Galasso, Gazzi, Ladino, Marchese, Masiello A., Stellini) per omessa denuncia. In relazione alla gara Salernitana-Bari del 23 maggio 2009 sono stati deferiti 19 tesserati (Esposito, Stellini, Santoni, Masiello A., Lanzafame, Gillet, De Vezze, Guberti, Kutuzov, Parisi, Galasso, Bonomi, Caputo, Colombo, Bianco, Edusei, Fusco, Ganci, D’Angelo) “per avere posto in essere atti diretti ad alterare lo svolgimento ed il risultato” e 2 (Gazzi e Barreto) per omessa denuncia. Deferito anche il Bari a titolo di responsabilità oggettiva per gli addebiti contestati ai propri tesserati nelle due gare in oggetto.

[FONTE: Il Fatto Quotidiano]