Roma-Olympiakos (31-10-2006): condannati due agenti. Stampa
Domenica 04 Dicembre 2011 15:45

Riportiamo di seguito un articolo apparso il 1 Dicembre sul sito www.asromaultras.org

 

"Due agenti della Polizia di Stato appartenenti al Reparto Mobile di Roma sono stati condannati dalla X Sezione del Tribunale di Roma ad un anno e sei mesi di reclusione per violenza privata, lesioni e minacce nei confronti di tre tifosi romanisti. Il giudice monocratico ha anche disposto che gli stessi debbano pagare 10.000 euro a ciascuna delle persone offese, oltre alle spese di giudizio. L'episodio avvenne prima della partita di Champions League Roma/Olympiakos del 31 ottobre 2006 quando, dopo alcuni scontri tra i Reparti Mobili della Polizia e i tifosi romanisti, che poco prima avevano assaltato i pullman dei tifosi greci, una autovettura che nulla aveva a che fare con i disordini venne circondata dagli agenti e colpita a manganellate, ed i suoi occupanti malmenati. Il giudice ha stabilito la responsabilità degli imputati, disponendo comunque la sospensione della pena e la non menzione della condanna per uno solo dei due, visto che l'altro era già gravato da un precedente penale. Inoltre ha disposto che gli atti tornino al P.M. perché valuti la possibilità di denunziare per falsa testimonianza tre agenti che avevano testimoniato in favore dei loro colleghi (fonte: YouTrib)".